Elezioni regionali, Scajola: “In Liguria gettate le basi di un progetto nazionale per un grande centro"

di Antonella Ginocchio

Forza Italia riunisce i moderati ed acquisisce peso nella coalizione di centrodestra, sia in Regione che a Roma, questa sera Fuori Rotta ore 21

Ormai è ufficiale: alle prossime elezioni regionali Liguria Popolare di Andrea Costa si unirà a Forza Italia, coordinata a livello ligure dal sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco, entrambi ospiti della nuova puntata di Fuori Rotta, in onda il 31 luglio alle 21. Nella grande reunion del centro ha un ruolo di primo piano Claudio Scajola, sindaco di Imperia e presidente onorario dell'associazione Polis, volto storico di Forza Italia che negli anni si era allontanato dal partito.

In collegamento Skype con la trasmissione, Scajola traccia la sua valutazione del "matrimonio" ligure: "La novità di questa unione è il ricercare le origini del centro destra, per dare un segnale e riunire tutte le voci dei moderati all'insegna di valori dell'umanesimo, del garantismo e delle radici cristiane".

Quello che sta accadendo in Liguria è un esperimento che ha ambizioni nazionali: "L'unione ha avuto il beneplacito anche di Maurizio Lupi a Roma", dice Scajola, che già nei giorni scorsi aveva detto a Telenord di aver sentito spesso il presidente Silvio Berlusconi, che ha voluto l’ operazione, organizzata a livello ligure dal coordinatore di Forza Italia Carlo Bagnasco.

Matteo Cozzani, coordinatore della campagna per Cambiamo! per Toti presidente, commenta: "Più ampliano la coalizione, meglio è". In studio c'è anche Stefano Balleari, vicesindaco di Genova e candidato al consiglio regionale per Fratelli d'Italia, che parla di programmi: "Dalla mia esperienza in comune vorrei portare al centro del dibattito la digitalizzazione, un tema assolutamente fondamentale per il futuro della Liguria".

Francesca Corso, candidata della Lega, commenta in particolare la candidatura alla presidenza della Regione di Giacomo Chiappori, sindaco di Diano Marina, di estrazione leghista.