Elezioni Regionali Liguria, Lunardon: "Toti si sta salvinizzando sempre più"

di Marco Innocenti

Così il capogruppo Pd dopo le "condoglianze" espresse dal presidente della regione nel commentare la candidatura di Sansa

Dopo la lunga gestazione che ha portato al nome di Ferruccio Sansa come candidato comune Pd-5Stelle alle prossime elezioni regionali e le reazioni del suo avversario nonché presidente uscente Giovanni Toti, che ha rivolto le sue "condoglianze" allo schieramento di centrosinistra per la scelta fatta, si comincia già a scaldare il clima dell'arena politica, che da qui a settembre promette di diventare sempre più infuocato. 

"Intanto noi abbiamo lavorato in questi mesi per costruire la più ampia alleanza possibile - commenta Giovanni Lunardon, capogruppo regionale del Pd -quindi anche la ricerca del candidato è andata in questa direzione. Dopo la formazione del governo giallorosso, i rapporti col Movimento 5 Stelle si sono stretti. Condividiamo un'esperienza di governo importante a Roma, non si capisce perché non dovremo condividerla nei territori. Punto secondo, abbiamo sempre saputo che per sfidare fino in fondo Toti, avevamo bisogno di una grande alleanza e a questo ci siamo ispirati. Le dichiarazioni di Toti mettono in evidenza un forte nervosismo da parte sua. Non sono le dichiarazioni di una persona seria perché quando un presidente anziché vantare i risultati della sua amministrazione o proporre delle idee, si mette a denigrare gli avversari vuol dire che questo presidente non ha argomenti. Perché purtroppo per lui e per tutti i liguri, il bottino di quest'amministrazione è molto magro. Hanno fallito su tutto, dalla sanità allo sviluppo economico, dalle infrastrutture ai trasporti fino alle politiche per l'ambiente e quindi non sanno di cosa parlare. Credo che ci siano tutte le condizioni per voltar pagina in Liguria e il nostro impegno andrà proprio in questa direzione".

Ma che effetto fa sentire il presidente Toti esprimere le "condoglianze" nel commentare il nome del candidato, suo prossimo avversario alle urne? "Io trovo che Toti si stia salvinizzando sempre più. Era nato come un presdidente moderato che doveva umanizzare la Lega poi invece è finito per diventare sempre più leghista lui stesso. Un uomo di centro che alla fine è diventato un becero uomo di destra. Quest non è una regione di destra, neppure una regione di sinistra ma una regione di persone serie e normali che guardano alla politica con uno sgu7ardo cocnerto e realistico e non vogliono dalla politica né proclami né annunci. Toti invece in questi anni è stato solo capace di proclami e annunci e io credo questo non sia un buon risultato per chi lavora nella pubblica amministrazione".