Disordini a Genova dopo protesta contro le misure del Dpcm: 10 denunciati

di Redazione

La Digos ha individuato i responsabili dei lanci di fumogeni e bottiglie e dell'aggressione ad agenti e giornalisti

Disordini a Genova dopo protesta contro le misure del Dpcm: 10 denunciati

La Digos di Genova ha identificato e denunciato dieci persone, tutte di età compresa tra i 20 e i 28 anni, considerate responsabili dei disordini scoppiati al termine della manifestazione ant-dpcm organizzata lo scorso 28 ottobre in piazza De Ferrari. Dopo il presidio a cui avevano partecipato diverse centinaia di persone, un gruppo aveva dato vita a un corteo per le vie del centro. All'altezza di via XX Settembre c'erano stati alcuni lanci di fumogeni e bottiglie, poi l'aggressione verbale e fisica ad alcuni agenti e giornalisti . Poi altri lanci di bottiglie e la fuga nei vicoli di alcuni gruppetti sparuti di manifestanti. Uno solo di loro era stato colto sul fatto e portato in Questura.

Le indagini condotte dalla sezione investigativa della Digos nei giorni successivi hanno consentito di individuare complessivamente dieci persone: 8 italiani e due giovani stranieri, quasi tutti con precedenti per reati comuni e residenti quasi tutti tra Sampierdarena e Cornigliano. Sono accusati a vario titolo di resistenza, lancio di oggetti atti a offendere, lesioni e travisamento. Nelle corso delle perquisizioni a casa dei 10 giovani sono stati trovati e sequestrati gli indumenti indossati durante la manifestazione.