Crisi di governo, Toti: "Avanti con Draghi, M5s partito di irresponsabili"

di Giorgia Fabiocchi

È data per certa la salita al colle del premier Mario Draghi che ha già annunciato la propria contrarietà all'ipotesi di rinviare tutto alle Camere

Crisi di governo, Toti: "Avanti con Draghi, M5s partito di irresponsabili"

La crisi di Governo non è più un miraggio ma un dato di fatto. È stato annunciato già nella serata di ieri, mercoledì 13 luglio ndr, lo strappo del Mov5stelle che uscirà dall'aula al momento del voto di fiducia. A scatenare la reazione grillina è stato il contenuto del decreto Aiuti, indigesto a Conte, ma soprattutto all'ala più intransigente del Movimento. Gli scenari? È data per certa la salita al colle del premier Mario Draghi che ha già annunciato la propria contrarietà all'ipotesi di rinviare tutto alle Camere. E con buona pace di Sergio Mattarella che, già a fine gennaio durante l'elezione del presidente della Repubblica, si era detto "stanco" e aggiungiamo noi, "stufo" di questa legislatura, che hai già cambiato tre colori.

Tra chi invoca il voto subito, vedi la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, e a seguire Lega e Pd, il presidente della Liguria, nonché fresco fondatore di Italia al Centro Giovanni Toti, chiede invece di andare avanti sempre con Draghi, ma senza i Cinque Stelle. "I cinquestelle si dimostrano un partito irresponsabile. I nostri parlamentari hanno sempre sostenuto il Governo pur senza farne parte, per senso di responsabilità. Ora avanti con Draghi anche senza il Movimento Cinque Stelle. Anzi...forse è pure meglio". Così tuonava il tweet del leader di Italia al Centro Giovanni Toti.