Covid, Toti: "Consiglio al presidente Draghi di parlare di più al Paese"

di Alessandro Bacci

Il governatore: "Per il cambio di passo deciso servono leggi diverse sui vaccini altrimenti non faremo mai i numeri della Gran Bretagna"

Covid, Toti: "Consiglio al presidente Draghi di parlare di più al Paese"

"Se posso dare un consiglio al presidente Draghi, dovrebbe parlare di più al Paese. In certi momenti vedere soprattutto da una persona stimata una parola di conforto, di rassicurazione e di indirizzo credo agli italiani non farebbe dispiacere". Lo ha detto il presidente della Regione Liguria e leader di Cambiamo Giovanni Toti intervenendo su La7 e interpellato in particolare su come valuti la gestione della comunicazione dello stop AstraZeneca.

Al Governo sulle vaccinazioni contro il covid "per il cambio di passo deciso servono leggi diverse, non servono bersaglieri o uomini della protezione civile. Serve dire che la platea che può vaccinare si allarga a tutti coloro di cui abbiamo bisogno", ha aggiunto. "Io ho chiesto al Governo alcuni cambiamenti: uno la platea di chi può vaccinare, due la semplificazione del consenso informato e dell'anamnesi e tre lo scudo penale di chi ti vaccina. Nessuna medicina è a rischio zero quindi chiunque si presti" immaginando appunto di allargare la platea di chi far i vaccini". "Se non lo facciamo non faremo mai i numeri della Gran Bretagna", ha sottolineato Toti.