Condividi:


Chiavari: rapine ed estorsioni, sgominata baby gang

di Michele Varì

Operazione del commissariato di polizia che con denunce e arresti mette fine alla banda albanese Hb da tempo terrore degli adolescenti

Sgominata dai poliziotti del commissariato di Chiavari una baby gang di delinquenti albanesi che terrorizzava gli adolescenti del Tigullio e  del Golfo Paradiso con botte, rapine ed estorsioni.

Indagati una ventina di ragazzi violenti, tutti albanesi, fra cui alcuni minorenni, tre per la gravità dei fatti che gli vengono addebitati sono stati arrestati con tanto di ordine di custodia cautelare emesso dai giudici del Tribunale dei Minori e sono finiti nel carcere minorile Ferrante Aporti di Torino.

L'inchiesta dei poliziotti, a cui hanno preso parte anche gli agenti della Polfer di Chiavari, fa tirare un un sospiro di sollievo ai genitori dei ragazzi di Chiavari, Lavagna e Sestri Levate e di tutto il comprensorio del Tigullio, e anche nel golfo Paradiso, Recco e dintorni, che da tempo denunciano le angherie e le violenze subite dai figli da parte dei bulli albanesi.

Moltissimi i furti, d'estate sulle spiagge, una loro specialità.  Nel mirino l'ultimo cellulare, la felpa o le scarpe più fighe

Le indagini svolte dai poliziotti del commissariato hanno accertato che la gang si faceva chiamare "Hb" perchè si ispiravano ad alcune famigerate bande di mafiosi albanesi che gestiscono il traffico di cocaina a Londra. Piccoli criminali, giovanissimi bulli e rapinatori, quelli indagati a Chiavari, forse spinti a stare insieme, a fare branco, in nome dell'identità del proprio popolo, della patria dei genitori visto che buona parte di questi baby boss sono nati in Italia e in Albania non hanno mai messo piede.