Chiavari, il sindaco Di Capua: "Seconde case riaperte? Nessun allarme"

di Redazione

Il primo cittadino frena sul tam-tam allarmato scatenato dai social: "Sono arrivate meno persone di quanto si dice, e in ogni caso i villeggianti sono una risorsa per la nostra economia"

Esodo da Lombardia e Piemonte per fuggire dalla zona rossa ed "invadere" le seconde case nelle città del Levante ? Il sindaco di Chiavari Marco Di Capua frena sugli allarmismi che si sono rincorsi negli ultimi giorni, dopo la decisione di inserire in zona rossa due delle regioni da cui arrivano la maggior parte dei villeggianti estivi con una casa in Liguria. 

"C'è stato un incremento di accessi alle seconde case, ma non in modo così esponenziale come si dice in giro, soprattutto sui social", dichiara il sindaco. "Chiavari è una città accogliente, quindi pemontesi e lombardi non più che benvenuti e sono una risorsa per il nostro terriorio". 

Per evitare rischi per tutti, si devono semplicemente rispettare le regole: "La salute pubblica è la priorità in questo momento, e questo vale sia per i chiavaresi che per i turisti", sottolinea il sindaco. "Chi viene qui deve capire che non si tratta di una vacanza, le regole di sicurezza sanitaria vanno seguite".