Banca Carige, la collezione si svela tra capolavori e curiosità

di Giulia Cassini

Il video con alcuni assaggi delle opere d'arte presenti a Palazzo Carige guidati dall'esperto Alfredo Majo

La sede di Banca Carige, con i sontuosi saloni e la terrazza che domina il porto e la città, fu costruita nel 1967 per celebrare Genova capitale del Miracolo Economico, come un tempo i Palazzi dei Rolli furono eretti per affermare la potenza finanziaria della Repubblica.

Tante le iniziative negli anni per valorizzare il patrimonio artistico, storico, antropologico del territorio e di tutto ciò che ne caratterizza la vita sociale tra cui il collezionismo d'arte.

Telenord per Genova Meravigliosa in questo video scopre alcuni dei capolavori racchiusi al suo interno con la voce narrante dell'esperto Alfredo Majo, responsabile della comunicazione di Carige.  Tra le opere presentate nel salone di rappresentanza spicca "Susanna e Vecchioni" di Caliari Paolo detto il Veronese. Le vicende storiche di questo dipinto del Veronese sono alquanto complesse e interessanti. Secondo Boccardo e Magnani esso dovrebbe identificarsi con quello menzionato nell'inventario, steso nel 1658, della raccolta di Gio. Batta Balbi e quasi subito alienato nel corso di una vendita all'asta di parte della collezione.

Nelle immagini a corredo dell'assaggio in video si potranno gustare poi, tra gli innumerevoli esempi, un celebre Anton van Dyck "Sacra Famiglia con San Giovannino" che non ha bisogno di presentazioni dopo essere balzato agli onori della cronaca con le indagini svolte nel 2018 dal team coordinato da Anna Orlando con lo Studio Oberto stabilendo la provenience e l'autografia del dipinto o  "Il Matador" di Giovanni Boldini, esempio preclaro del virtuosismo tecnico dell'artista, capace di esiti altissimi nella resa del dettaglio, pur nelle dimensioni molto contenute. Affascinante la figura della donna, abbigliata con un lucente abito rosa e una mantiglia nera e reggente una chitarra. Non a caso l'opera d'arte è stata oggetto di prestito per importanti mostre di respiro internazionale.

Completa la visita virtuale la vista a trecentosessanta gradi su Genova dalla terrazza e la ripresa alle ceramiche savonesi, alle stampe antiche, alle sculture carraresi, ai preziosi documenti d’archivio, alle collezioni numismatiche dove si può trovare anche grifo o grifone, diventato uno dei simboli della città di Genova. Banca Carige è stata oggetto di approfondimento durante la Rolli Days Digital Week con lo storico dell'arte Maurizio Romanengo (per vedere l'approfondimento cliccare qui) ed ha recentemente inaugurato anche un nuovo sportello culturale virtuale su Instagram (seleziona qui) in affiancamento alla Pagina Facebook.