Aggressione coppia gay, la Pro loco di Vernazza offre una vacanza alle vittime

di Redazione

La bella iniziativa nei confronti dei ragazzi aggrediti in stazione da un gruppo di giovani per un bacio

Aggressione coppia gay, la Pro loco di Vernazza offre una vacanza alle vittime

"Stiamo cercando di metterci in contatto con i due ragazzi bolognesi per invitarli a Vernazza per un week end a trascorrere le ore di relax che gli sono state negate". La Pro Loco di Vernazza offre una vacanza alla coppia omosessuale aggredita giovedì pomeriggio da un gruppo di giovani, tra cui un diciannovenne pluripregiudicato che è stato arrestato. L'associazione lo scrive sulla sua pagina social ufficiale. "Crediamo sia giusto esporci in prima persona, a nome dei nostri associati e di tutte le loro famiglie, perché ciò che è accaduto non succeda mai più. Né qui, né altrove. Ci riferiamo purtroppo all'increscioso evento accaduto presso la nostra stazione ferroviaria, del quale siamo stati allibiti testimoni. Non ci sono parole abbastanza dure per condannare l'atteggiamento di chi, in spregio a qualsiasi basilare regola di tolleranza, si è reso protagonista di una condotta tanto violenta quanto intollerabile. Vernazza - prosegue il messaggio della Pro Loco - è accoglienza. Vernazza è apertura verso il prossimo. Vernazza è società multiculturale da anni e anni. Vernazza in condizioni normali si trasforma in un crogiolo di razze, etnie, lingue, culture. Vernazza non ha mai e poi mai giudicato nessuno. Vernazza ieri si è stretta attorno a questi due splendidi ragazzi che hanno incontrato la parte più becera dell'animo umano a cui hanno però dato una lezione di dignità indimenticabile. Nessuno al mondo dovrebbe rischiare l'incolumità per un bacio".

"L'aggressione ai due ragazzi alla stazione di Vernazza è un episodio da condannare fermamente. La violenza è sempre da deprecare, e quando è frutto di un atteggiamento intollerante e omofobo deve essere stigmatizzata senza tentennamenti". È il commento del prefetto della Spezia Maria Luisa Inversini all'aggressione di stampo omofobo che ha colpito una coppia di turisti bolognesi alla Spezia. Il responsabile dell'aggressione fisica, un diciannovenne pluripregiudicato, è stato arrestato. "Il fatto ha suscitato scalpore anche per le sue motivazioni. Va però detto che la nostra provincia è aliena da questi atteggiamenti e da sempre è conosciuta per l'ospitalità della sua gente". Il Prefetto ha infine espresso apprezzamento per il rapido intervento delle forze di polizia e la vicinanza ai due agenti rimasti contusi durante le concitate fasi dell'arresto.