Cinque Terre, il canto dei delfini durante il lockdown

di Redazione

La scoperta di due enti di ricerca francesi: un gruppo di cetacei si riunisce ogni notte davanti a Punta Mesco per cacciare insieme

 

Sorpresa nel parco marino delle Cinque Terre: un gruppo di delfini si dà appuntamento ogni notte, nello stesso punto, per mangiare insieme. Durante il lockdown, gli idrofoni dell'Area marina protetta hanno registrato il "canto" dei cetacei che si incontrano davanti a punta Mesco, a cavallo tra i comuni di Levanto e Monterosso.

La scoperta arriva da un progetto pilota francese, portato avanti dall'istituto di ricerca Chorus di Grenoble e dall'Observatoire Océanologique de Banyuls sur Mer, che aveva lo scopo di valutare gli effetti dell'inquinamento acustico sottomarino sulle foreste di gorgonie.

"Le registrazioni ci fanno intendere che possa trattarsi di una popolazione di delfini residenti", ha spiegato la ricercatrice Lucia Di Iorio. "E' prematuro collegare l'assenza di attività umana di questo periodo con questi molteplici avvistamenti acustici, sempre molto regolari".

"Il mare non è il mondo del silenzio, ma un ambiente ricco di suoni", ha sottolineato la presidente del Parco delle Cinque Terre Donatella Bianchi.  "Questo studio porterà a nuove importanti rivelazioni nella lettura dei paesaggi sottomarini".