27 luglio, è la Giornata internazionale del cane randagio

di Anna Li Vigni

Sono più di 600.000 in Italia i cani randagi che vagano per le strade in cerca di cibo, un tetto e una carezza

27 luglio, è la Giornata internazionale del cane randagio

Sicuramente il periodo di lockdown non ha facilitato il monitoraggio degli animali e neppure il salvataggio nonostante gli sforzi dei volontari  e delle associazioni. Infatti i cani abbandonati sono sempre tanti e molte femmine costrette a partorire cuccioli per la strada.

Per combattere il randagismo, lo Stato ha istituito, con la legge 14 agosto 1991 n. 281, un fondo per la tutela del benessere e per la lotta all'abbandono dei 4 zampe da compagnia. 

Nel 2020 il Ministero ha messo a disposizione un milione di euro, di cui il 40% è stato suddiviso in quote di pari entità tra le Regioni, basandosi sulla banca dati regionale dell'anagrafe canina. 

Una giornata per riflettere, perchè purtroppo è proprio d'estate che molti animali da compagnia rischiano di essere abbandonati dai loro padroni, per iniziare un percorso di vita sicuramente non piacevole e soprattutto pericoloso. "Non lasciate questi poveri animali da soli e senza cibo. Hanno bisogno di cure e di affetto e sono in pericolo di vita. Se qualcuno non si prende cura di loro èet molti il destino è segnato: sono tanti gli incidenti che coinvolgono, spesso mortalmente, cani che si sono perduti o xhw sono stati volontariamente messi in condizione di perdersi".