Condividi:


Via Sestri, dalle verifiche della polizia i furbetti sono il 10% del passanti controllati

di Michele Varì

Fermato in scooter, "devo sfamare le mie sette galline...", ed evita la multa

Il giorno dopo le polemiche via Sestri è stata blindata con un presidio fisso di poliziotti in divisa e in borghese, pattuglie degi agenti municipali che bloccavano a campione i passanti e gli chiedevano l'autocertificazione, controlli di carabinieri e protezione civile.

Nelle ore della mattinata solo gli agenti della polizia di stato del locale commissariato di piazza Oriani hanno identificato cinquantuno persone denunciandone 5, ossia appena meno del 10%. Tanti? Pochi? difficile dirlo, anche se il numero delle persone che erano in difetto potrebbe salire dall'esame delle certificazioni ritirate alle persone controllate.
Via Sestri, suo malgrado, dopo alcune foto e immagini, è diventata a strada dei furbetti da mettere all'indice.
Fra le persone sanzionate stamane un giovane di Cornigliano che pretendeva di andare a fare la spesa in via Sestri: "Devo comprare il cibo per il mio cane". Multato.

Ma le sanzioni e ancora prima le denunce ai furbetti sono destinate a creare veri e propri gineprai giuridici e accese discussioni. 
Nei giorni scorsi alla fine di via Sestri siamo incappati in un controllo da parte della polizia ad un uomo in scooter che si è trasformato in un divertente siparietto.
 L'uomo si è giustificato dicendo che stava andando a dare il mangime alle sue sette galline che alleva in un terreno sulle alture del quartiere. Agli agenti, a dimostrazione che era già provato da un precedente controllo, ha subito detto a muso duro: "Se mi dite anche voi come un vostro collega che delle mie galline non gli frega niente e possono morire di fame giuro che stavolta finisce male...". 
Gli agenti (nella foto) hanno allargato un sorriso sotto la mascherina e lo hanno rassicurato: "Non crediamo che il nostro collega possa averle detto questo, ma a nostro avviso se lei deva andare a sfamare anche una sola gallina ha tutto il diritotto di farlo". L'uomo, rinfrancato, è salito sul suo scooter con un vistoso sacchetto di pane secco sulla pedana ed è andato via con un sorriso. A volte basta poco.