Condividi:


Tragedia a Savona, due giovani travolti e uccisi da un treno in corsa

di Redazione

Facevano parte di un gruppo di dieci migranti che nella notte hanno tentato di attraversare i binari. Provenivano da Lecce

Due giovani stranieri sono morti la scorsa notte a Quiliano (Savona) travolti da un treno regionale. Facevano parte di un gruppo di 10 immigrati. Alla polizia hanno detto che volevano raggiungere la Francia. Il fratello di una vittima è stato portato in ospedale per lo shock. I sopravvissuti sono stati portati in Questura per il segnalamento e per chiarire la dinamica dell'accaduto. Non è stato ancora chiarito se stessero camminando sui binari o se abbiano provato a salire sul treno in corsa o se stessero attraversando i binari. L'incidente è avvenuto intorno alla mezzanotte nei pressi della stazione.

Provenivano dal Medio Oriente i due ragazzi di circa 20 anni travolti la notte scorsa da un treno a Quiliano. Appartenevano a un gruppo di profughi curdi e iraniani proveniente da Lecce. Il gruppo stava camminando lungo i binari con l'obiettivo di raggiungere la Francia. Secondo quanto appreso da fonti investigative si tratta di un fenomeno in aumento da qualche settimana: la polizia di Stato ha intercettato diversi gruppi di afgani, curdi, iraniani o iracheni, soprattutto nei pressi dei caselli autostradali. Nessuno di loro parla italiano o conosce la geografia della zona: i migranti, diretti in Francia, verrebbero  abbandonati a Savona con l'unica indicazione utile di seguire i binari.