Condividi:


Tpl, nuovo sciopero indetto per il 1° giugno

di Edoardo Cozza

A proclamarlo le sigle sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal, Ugl Fna per il mancato rinnovo del contratto collettivo

"Nuovo sciopero di 24 ore il prossimo primo giugno nel trasporto pubblico locale". A proclamare la protesta, dopo quelle dell'8 febbraio e del 26 marzo scorsi, sono Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal, Ugl Fna. La causa è il mancato "rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro scaduto da più di tre anni".

"Malgrado le consistenti risorse stanziate dal governo a salvaguardia del settore, a seguito delle possibili conseguenze della pandemia per le aziende e sul servizio - sottolineano le organizzazioni sindacali - le rappresentanze aziendali Asstra, Agens e Anav continuano a sostenere proposte irricevibili e a negare a lavoratrici e lavoratori del Tpl quello che è un loro sacrosanto diritto, ancor più motivato dal fatto di non aver mai interrotto l'attività, garantendo il diritto costituzionale alla mobilità di tutti i cittadini italiani anche nei momenti più difficili dell'emergenza sanitaria" concludono i rappresentanti delle sigle sindacali.