Tpl Liguria, identità persone transgender riconosciuta negli abbonamenti

di Redazione

L'ordine del giorno - presentato da Pd-Art. 1 - è stato approvato all'unanimità

Tpl Liguria, identità persone transgender riconosciuta negli abbonamenti

Le persone transgender vedranno riconosciuta la propria identità sugli abbonamenti del trasporto pubblico locale in Liguria. Lo prevede un ordine del giorno presentato dal Pd-Articolo Uno e approvato all'unanimità dal consiglio regionale. Il documento impegna la giunta del presidente Giovanni Toti ad avviare un percorso per il riconoscimento dell'identità individuale delle persone transgender sugli abbonamenti del trasporto pubblico locale.

"Un passo in avanti verso la difesa dei diritti, la riduzione delle discriminazioni, il rispetto dell'identità di genere e della privacy - lo definisce il capogruppo dem Luca Garibaldi -. Con l'ordine del giorno si apre un percorso per valutare le procedure più idonee per garantire l'erogazione di abbonamenti nominativi e verificabili alle persone transgender con il proprio nome di elezione. Inoltre si prevede la possibilità di corsi di formazione del personale addetto al controllo per garantire la tutela della privacy. In questo modo le persone transgender non sarebbero costrette a fare coming out forzato nel momento in cui devono dimostrare la propria identità a delle persone estranee".