Toti contro la sindaca di Rossiglione: "Non usi il maltempo per ritagliarsi visibilità"

di Alessandro Bacci

Il governatore: "Nessun Comune è mai stato lasciato solo dalla Regione, alcuni sindaci dovrebbero avere una fotografia un po' più reale della realtà"

Toti contro la sindaca di Rossiglione: "Non usi il maltempo per ritagliarsi visibilità"

Il maltempo che ha colpito lunedì la Liguria fa scoppiare la polemica tra il governatore ligure Giovanni Toti e il sindaco di Rossiglione (Genova) Katia Piccardo, che si è lamentata del fatto di essere stata lasciata sola nell'emergenza. "Ho sentito qualche stridolio un po' stonato, finanche esagerato, credo che un sindaco serio non dovrebbe usare il maltempo che ha colpito i suoi cittadini per ritagliarsi dei momenti di visibilità" ha detto oggi il presidente della Regione Liguria a margine di un incontro pubblico commentando lo sfogo del sindaco.

"Stiamo lavorando a un piano di riassetto del territorio che la Regione Liguria non ha mai avuto. - sottolinea Toti - Un sindaco si è ritagliato dei momenti di visibilità di cui evidentemente sente il bisogno, un bisogno che non ha per quanto riguarda la Regione visto che stamattina l'assessore regionale alle Infrastrutture e alla Protezione civile Giacomo Giampedrone era a Rossiglione a fare la ricognizione dei danni come sempre facciamo".

Ieri, Katia Piccardo, in un post ha ringraziato i vigili del fuoco "per non averci mai lasciato soli" ma ha aggiunto: "Ci sono, invece, assenze molto pesanti, ma si affronteranno a tempo debito. Abbiamo dovuto provvedere noi anche su emergenze che non ci competevano, abbiamo persino messo uomini su una frana".

"Nessun Comune è mai stato lasciato solo dalla Regione, - ha replicato Toti - né nell'immediata emergenza perché abbiamo già detto che chiederemo il riconoscimento dello stato di emergenza, né con la nostra colonna mobile di Protezione civile, i volontari e un piano gigantesco di messa in sicurezza del territorio che ha investito in Liguria forse oltre un miliardo di euro negli ultimi cinque anni. Credo che alcuni sindaci con una verve polemica particolarmente forte e un po' di egolatria connessa dovrebbero avere una fotografia un po' più reale della realtà. Capisco le difficoltà, ma la pioggia non consente a nessuno di dire inesattezze".