Rossiglione flagellata dal maltempo, il sindaco: "Il territorio è al collasso"

di Alessandro Bacci

Katia Piccardo: "19 ore di piogge costanti con quantitativi che sono stati ben oltre quelli registrati nella alluvione del 1977"

Il piccolo Comune di Rossiglione, poco più di duemila abitanti alle spalle di Genova e al confine con il Piemonte, è uno dei comuni più colpiti dal maltempo che si è abbattuto ieri sulla Liguria. Strade allagate e interrotte, frane, famiglie isolate sono quel che resta "dopo 19 ore di piogge costanti, con quantitativi tali da superare l'alluvione del 1977". Il sindaco Katia Piccardo, in un post su Facebook, ringrazia i vigili del fuoco "per non averci mai lasciato soli" ma aggiunge: "ci sono, invece, assenze molto pesanti, ma si affronteranno a tempo debito".

"Abbiamo dovuto provvedere noi anche su emergenze che non ci competevano - ha detto oggi la sindaco -, abbiamo persino messo uomini su una frana. Dopo 19 ore di piogge costanti con quantitativi che sono stati ben oltre quelli registrati nella alluvione del 1977 il territorio è al collasso". Molte sono le persone sfollate e i nuclei familiari isolati: "stiamo cercando di recuperarle con l'elisoccorso - ha detto Piccardo - abbiamo anche la frazione di Garrone isolata e senz'acqua".