Spezia, operaio muore in un cantiere travolto dal solaio

di Redazione

Sul luogo dell'incidente sono al lavoro Carabinieri e tecnici del servizio Prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro per accertare le circostanze dell'evento

Spezia, operaio muore in un cantiere travolto dal solaio

Ancora un incidente sul lavoro. Un operaio edile di 51 anni ha perso la vita questo pomeriggio a Lerici (La Spezia), in località Guercio, mentre lavorava all'interno di un cantiere in una proprietà privata. Si tratta di Beniamino De Masi, operaio edile originario di Napoli ma residente a Montecchio Emila (Reggio Emilia).

L'incidente mortale, secondo la prima ricostruzione dei Vigili del Fuoco della Spezia accorsi sul posto, sarebbe stato causato dal crollo di un solaio che avrebbe travolto il lavoratore. Sul luogo dell'incidente sono al lavoro Carabinieri e tecnici del servizio Prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro per accertare le circostanze dell'evento. 

"Continua lo stillicidio dei morti sul lavoro. Siamo nel 2022 e i numeri degli infortuni è in costante rialzo: i nostri appelli restano inascoltati e purtroppo anche in Liguria siamo costretti ancora ad assistere ad episodi gravi e intollerabili come quello di oggi - dicono Luca Maestripieri, segretario generale Cisl Liguria e Andrea Tafaria, segretario generale Filca Cisl Liguria -. Nessuno restituirà quell’uomo alla sua famiglia, ai suoi affetti: un lavoratore uscito la mattina guadagnarsi onestamente la giornata e che non farà più ritorno a casa. Starà alla magistratura e agli enti preposti fare luce su quanto accaduto, fatto sta che questa ennesima tragedia testimonia ancora di più l’impellenza di provvedimenti urgenti per la salvaguardia dell’incolumità dei lavoratori e la necessità di investimenti su formazione e prevenzione, affinché salute e sicurezza diventino caposaldo del bagaglio culturale di aziende e lavoratori".