Spezia, Motta: "Il covid è il passato, pensiamo solo al Pordenone"

di Alessandro Bacci

Il tecnico: "Non deve essere una scusa il problema che abbiamo avuto". Probabile l'impiego dal primo minuto di Kovalenko

Spezia, Motta: "Il covid è il passato, pensiamo solo al Pordenone"

Prima gara ufficiale domani per lo Spezia, trasferta in Coppa Italia a Pordenone per la squadra di Thiago Motta che lancerà dal primo minuto il centrocampista ucraino Kovalenko, prelevato nei giorni scorsi dall'Atalanta. Un test importante per lo Spezia che ha avuto una preparazione complicata a causa del Covid: "Ma questo è il passato e da adesso pensiamo alla partita con il Pordenone. Siamo concentrati" dice Motta.

"Le aspettative le abbiamo tutti ed è importante per crescere e per migliorarci sempre di più. Non deve essere una scusa il problema che abbiamo avuto. Domani affrontiamo una buona squadra che fa un calcio buono, difficile giocarci contro e lo sappiamo", continua ancora l'allenatore spezzino. Che dovrebbe scegliere come modulo il 3-4-3: " Possiamo giocare in diversi modi di gioco ma la cosa importante sono le indicazioni che abbiamo dato ai giocatori su come rispettare gli spazi da occupare".

Infine uno sguardo al mercato con l'attesa per l'attaccante che deve arrivare, Thiago Motta traccia un identikit: "La punta centrale deve fare gol, è un ruolo che finisce le azioni ma deve partecipare con la squadra in tutte le fasi".