Spezia, Motta: “È mancata cattiveria, dobbiamo riposare e pensare al Genoa”

di Alessandro Bacci

Il tecnico: “ Giocavamo contro una Samp forte, sanno quello che fanno. Non posso rimproverare nulla ai ragazzi”

Spezia, Motta: “È mancata cattiveria, dobbiamo riposare e pensare al Genoa”

Lo Spezia cade 2-1 al Ferraris contro la Sampdoria. Una statistica, però, salta agli occhi: le Aquile hanno ottenuto il 71% di possesso palla. Thiago Motta in conferenza stampa è partito proprio da qui: "Tutte queste statistiche non vanno a finire nel risultato che per logica doveva essere. Lo sappiamo che affrontare una squadra come la Samp in contropiede potevano essere pericolosi. E' un rischio che ci siamo assunti anche stasera. Noi in area dovevamo essere più bravi e stasera ci è mancata un po' di cattiveria per finire le azioni create. Ci sono amarezze ma non posso rimproverare nulla alla squadra".

Cosa è mancato allo Spezia? "Giocavamo contro una Samp forte, sanno quello che fanno. Si sono messi stretti e compatti per approfittare degli spazi. Noi dobbiamo essere più bravi per costruire come fatto ma finire le azioni perchè così non dai possibilità all'altra squadra di fare contropiedi. Abbiamo creato ma non con quella cattiveria".

Martedì lo Spezia affronterà il Genoa, cosa vi rimane di questa serata? "La sconfitta. Alla fine possiamo parlare di tante cose, di una squadra che ha fatto possesso e di un'altra che non ha fatto possesso ma alla fine ha vinto la Samp che ha tre punti in più che noi non abbiamo. Dobbiamo riposare e da domani pensare alla prossima partita importante che è contro il Genoa. Giochiamo contro una buona squadra. Abbiamo rispetto e cercheremo di fare la nostra partita".

Gara un po' particolare per te? "Noi abbiamo affrontato la Sampdoria con rispetto. Mi sono guadagnato il rispetto per essere professionista. Che sia Genoa, Sampdoria o Fiorentina farò la stessa maniera dando il mio massimo".