La Sampdoria ritrova la Sud e la vittoria: Spezia sconfitto 2-1 al Ferraris

di Alessandro Bacci

Un autogol di Gyasi e il solito Candreva regalano i tre punti ai blucerchiati. La Gradinata torna a riempirsi, nonostante l’assenza degli Ultras, e D’Aversa ritrova equilibrio

La Sampdoria ritrova la Sud e la vittoria: Spezia sconfitto 2-1 al Ferraris

La Sampdoria porta a casa tre punti vitali con lo Spezia. Il derby ligure al Ferraris termina 2-1 per i blucerchiati. Una partita equilibrata decisa dalla maggiore qualità della Samp mostrata in campo. D'Aversa nonostante le tante assenze a centrocampo allontana le voci negative e trova la prima vittoria al Ferraris. Lo Spezia ci prova in tutti i modi ma mostra una preoccupante imprecisione nella manovra offensiva. La serata si preannuncia da subito positiva per la Samp con la Gradinata Sud, ancora orfana della parte più calda, che torna a cantare e a spingere la squadra. Non sarà la Sud dei vecchi tempi ma sicuramente un ottimo segnale.

PRIMO TEMPO

La partita per 14 minuti resta bloccata, poi arriva l'episodio chiave. Su calcio di punizione, Gyasi spizza il pallone di testa in area e beffa tutti spedendo il pallone nella propria porta. La Sampdoria passa così in vantaggio. 1-0. Al 19' D'Aversa è costretto al primo cambio per infortunio di Verre. Con scelte limitate a centrocampo il tecnico sceglie di inserire Dragusin, all'esordio. Al 32' Ciccio Caputo ha sui piedi la palla del raddoppio servito da Augello con un cross rasoterra, l'attaccante spara fuori un vero e proprio rigore in movimento. La Samp ha fame e lo dimostra al 35', Gabbiadini serve Candreva sull'esterno e il centrocampista spara in porta un tiro violentissimo. Spezia tramortito e squadre a riposo sul 2-0 per la Sampdoria.

SECONDO TEMPO

Nel secondo tempo le squadre scendono in campo con gli stessi uomini. Motta cerca, però, la scossa e al 58' inserisce Verde e Nzola al posto di Gyasi e Antiste. Le Aquile inizia a pressare e la Samp concede metri agli avversari, al 66' è Maggiore a impegnare Audero con un tiro cross insidioso che il portiere devia in angolo. D'Aversa corre ai ripari e sostituisce Gabbiadini con Chabot. Al 73' la Samp ha la palla buona del ko, Bereszynski di fronte a Provedel prova lo scavetto, il pallone sembra diretto in porta ma si stampa sulla traversa e ritorna in campo. Lo Spezia continua a pressare ma manca sempre nel passaggio decisivo, all'85' Ferrer ci prova con un buon tiro dalla distanza che termina di poco a lato. Nel finale Verde trova la rete del 2-1 con un gran tiro da fuori, ma è troppo tardi. L'arbitro fischia la fine e la Samp porta a casa tre punti d'oro.