Spezia-Juventus 1-4, le Aquile impensieriscono i bianconeri ma Ronaldo è una sentenza

di Alessandro Bacci

Il portoghese entra e segna due goal, Morata e Rabiot fanno il resto. Pobega segna la rete della bandiera

Spezia-Juventus 1-4, le Aquile impensieriscono i bianconeri ma Ronaldo è una sentenza

Il risultato forse è fin troppo pesante per i liguri, ma Spezia-Juventus termina 4-1 per i bianconeri. Nel primo tempo le Aquile tengono bene il campo e non si disuniscono dopo la rete subita da Morata. Pobega accorcia le distanze e consente di ai liguri di terminare il primo tempo in pareggio. Nella ripresa, poi, Pirlo pesca i jolly dalla panchina: dentro Ronaldo e Rabiot. Al campione portoghese bastano tre minuti per trovare la rete del vantaggio. La rete del francese e il raddoppio di Cr7 condannano lo Spezia.

Come detto, nel primo tempo, lo Spezia soffre ma resiste. Il tasso tecnico della Juventus è nettamente superiore, ma la squadra di Pirlo dà l'impressione di non essere troppo organizzata. Dopo il goal siglato da Morata al 13' la partita sembrava in discesa per i bianconeri. Lo Spezia, però, è bravo a sfruttare il calo di tensione dei campioni d'Italia e al 31' Pobega trova il pareggio con un tiro deviato da Demiral. 1-1 e qualche apprensione per Pirlo in panchina. I primi 45 minuti terminano così.

Nel secondo tempo i cambi fanno la differenza. Pirlo inserisce Ronaldo e il portoghese impiega tre minuti per segnare su assist di Morata. Prima azione e subito goal per CR7. Al 67' è proprio Rabiot a trovare la terza rete scartando un difensore e scaricando facilmente il pallone in porta. Lo Spezia non ci crede più e Chiesa viene atterrato in area di rigore. Calcio di rigore realizzato da Ronaldo che porta il punteggio finale sull'1-4. Un buon primo tempo non basta allo Spezia, Pirlo e i bianconeri ritrovano la vittoria.