Rina, sciopero e protesta: "No alla cessione di ramo d'azienda"

di Redazione

I lavoratori sono scesi in piazza con un presidio a Carignano, la vertenza riguarda la società "Detail design"

Sciopero questa mattina per le lavoratrici e i lavoratori del Gruppo Rina. Alle 8 i dipendenti hanno iniziato la protesta con un presidio davanti alla sede di via Corsica, a Carignano. Lo sciopero durerà fino alle 12, una presa di posizione spiegata dai sindacati Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti: “Da alcuni mesi la situazione aziendale non trasmette ai dipendenti la consapevolezza di appartenere a un grande gruppo come il Rina, anzi, all’interno degli uffici si respira incertezza. Persistono, infatti, troppe voci relative a tagli o a cessioni di ramo d’azienda che sarebbero previste per i prossimi mesi, e questo clima non fa che aumentare nei dipendenti la sensazione di disagio che deriva dalla poca chiarezza sul futuro”. La vertenza riguarda la società 'Detail design' e secondo i sindacati "domani la stessa situazione si potrebbe verificare in altri uffici per altri colleghi". Dopo il ritiro di cessione di ramo d'azienda e la revoca di uno sciopero, Filt, Fit e Uilt hanno incontrato due volte la direzione per trovare una soluzione condivisa per 38 lavoratori.