Condividi:


Santa Margherita, la petizione contro l'abbattimento dei tigli in Corso Rainusso

di Marco Garibaldi

Il Comitato #iosonocorsorainusso: "La via non diventi una tangenziale"

La decisione di abbattere molte decine di alberi in Corso Rainusso, eliminando gran parte dell’alberatura storica di tigli e aranci per allargare la strada e renderla così a veloce scorrimento al fine di facilitare il transito dei mezzi pesanti non piace a molti.

In questi giorni il Comitato #iosonocorsorainusso ha deciso di promuovere una petizione online per preservare l'aberatura nella via.

Nella petizione di sotttolinea la "necessità di preservare le alberature esistenti e promuovere nuove piantumazioni anche ai fini dei benefici ambientali e sociali derivanti dal loro contributo alla mitigazione climatica e all’incremento della resilienza territoriale, in particolare mediante il contrasto al fenomeno dell’isola di calore. Nel rispetto dei vincoli paesaggistici e ambientali dell’area del Parco naturale regionale di Portofino".