Condividi:


Sampdoria, Ranieri: "Il derby è sacro ma senza pubblico è un quarto di derby"

di Maria Grazia Barile

Il tecnico sottolinea: "Si parte da zero, si va in campo e si lotta per la supremazia cittadina. Candreva si è ripreso, valuterò il suo impiego nelle prossime ore"

Claudio Ranieri presenta la stracittadina numero 75 in Serie A: "Ogni derby fa storia a sè e azzera tutto, non esistono posizioni in classifica o differenze di categoria. Si parte da zero, si va in campo e si lotta per la supremazia cittadina. In tanti anni di carriera ho partecipato a tantissimi derby, ma quello di Genova è qualcosa di sacro. Lo metto tra i primi come importanza, veramente spettacolare". Il tecnico blucerchiato sottolinea quanto peserà la mancanza dei tifosi: "Mancherà l'euforia delle due tifoserie che vogliono fare qualcosa di grande sugli spalti, a partire dalle coreografie. Un derby senza pubblico è un quarto di derby. Lo accettiamo perchè è giusto così sapendo che i tifosi saranno attaccati alle tv o alle radio. Speriamo di regalare ai nostri un sorriso a fine partita". Unico assente del derby sarà Gabbiadini,  Candreva ha recuperato ma Ranieri valuterà il suo impiego nell'immediata vigilia: "Candreva si è rimesso e nelle prossime ore deciderò se farlo giocare dall'inizio o meno".