Sampdoria, Ranieri e l'assist a Ferrero: "Rinnovo? Se vuole se ne parla..."

di Alessandro Bacci

Il tecnico: "Mai avrei pensato di salvarmi con quattro giornate d'anticipo. Il presidente non vuole più soffrire, io pure"

La Sampdoria termina il campionato con un pareggio sul campo del Brescia già retrocesso. Un punto che non cambia nulla per la classifica. Nel post partita Claudio Ranieri in conferenza stampa ha fatto un bilancio della stagione: "Quando sono arrivato ero fiducioso nel salvare la Sampdoria, sicuramente non avrei mai pensato di riuscirci con quattro giornate di anticipo. Buon per noi che siamo riusciti in questa impresa."

Il tecnico si è soffermato su Fabio Quagliarella: "Quagliarella ha cercato in tutti i modi di festeggiare la sua duecentesima presenza con la Sampdoria con un goal. C'era riuscito all'ultimo, peccato che fosse in fuorigioco. Però è sempre un pericolo costante per gli avversari. Quando tu hai alle tue dipendenze giocatori di questa qualità e di questa esperienza è sempre il punto di riferimento per tutti."

Aspetta il rinnovo? "Io ho un contratto, avevo un contratto sia se la Sampdoria fosse rimasta in serie A sia se fosse retrocessa in serie B. Non sono una persona che approfitta del momento con il vento dietro per chiedere. Se il presidente volesse farlo se ne parla, non è un problema. Il presidente ha dichiarato che non vuole più soffrire così, io pure."