Sampdoria, D'Aversa si gioca tutto: una vittoria per salvare la panchina

di Alessandro Bacci

Sembrano lontanissimi i tempi in cui il tecnico aveva fissato come obiettivo quello di superare i 52 punti di Claudio Ranieri

Sampdoria, D'Aversa si gioca tutto: una vittoria per salvare la panchina

Una Sampdoria così brutta sarebbe stata difficile da immaginare a inizio stagione. Eppure la squadra osservata contro il Torino è apparsa in confusione estrema, tanto che i tifosi invocavano l'esonero dell'allenatore immediatamente. La società ha deciso di rinnovare la fiducia a Roberto D'Aversa almeno per un'altra settimana. L'allenatore è sotto esame, servirà una vittoria con il Bologna per salvare la panchina. Nove punti in undici partite, 14 gol fatti e 23 subiti, seconda peggior difesa del campionato: numeri che hanno fatto riflettere anche il presidente Ferrero. Alla fine la società, anche su consiglio di Faggiano, ha deciso di imporre il ritiro alla squadra in vista della sfida con il Bologna. Tutti a Coccaglio per schiarirsi le idee, anche se la squadra non ha apprezzato la decisione. D'Aversa avrà alcuni giorni a disposizione per riunire il gruppo e cercare la svolta. È la prima volta dall'evvento di Ferrero che la Sampdoria va in ritiro, mai era accaduto. Segno che le cose non stanno andando per il verso giusto.

Sembrano lontanissimi i tempi in cui D'Aversa aveva fissato come obiettivo quello di superare i 52 punti di Claudio Ranieri. La squadra è cambiata poco o nulla rispetto alla scorsa stagione, eppure l'atteggiamento aggressivo, la solidità e la serenità sembrano dei lontani ricordi. La confusione regna sovrana e mister D'Aversa ha il compito di ritrovare la retta via. Se non sarà così, contro un evversario che non regalerà nulla come il Bologna, il cambio in panchina sarà doveroso. I nomi disponibili, però, sono davvero pochi. Beppe Iachini, Fabio Liverani, Gigi Di Biagio e Rolando Maran i profili possibili per il post D'Aversa.

Non sarà facile per la Sampdoria ritrovarsi in così pochi giorni. Il tecnico dovrà dimostrare di avere la squadra ancora dalla propria parte, se non sarà così, sarà lui a pagarne le conseguenze. Sarà una settimana chiave per la Sampdoria e per mister D'Aversa.