Regione Liguria, Sansa: "La giunta Toti si aumenta il budget di 863 mila euro"

di Redazione

Il consigliere attacca: "I fondi non ci sono per le opere importanti". La replica di Cambiamo: "Il populismo più gretto e viscido è proprio questo"

Regione Liguria, Sansa: "La giunta Toti si aumenta il budget di 863 mila euro"

"Alla faccia dei tagli ai costi della politica di cui parlano proprio Lega e Fratelli d'Italia. La Giunta Toti si aumenta il budget di 863 mila euro. Per un totale all'anno di 1,36 milioni". Così Ferruccio Sansa, capogruppo della lista Sansa in Regione Liguria. "È come il gioco delle tre carte: i soldi ci sono; i soldi non ci sono. Signori fate il vostro gioco. Così sembra governare l'attuale maggioranza in regione Liguria. Come ha ricordato il capogruppo Pd in Regione Luca Garibaldi, i fondi non ci sono mai quando servono per realizzare opere importanti come i parchi naturali, la pulizia dei torrenti e la messa in sicurezza dei fiumi. Non ci sono per comprare tamponi, mascherine e per pagare il personale sanitario" - dice in una nota Sansa -.

"Ma poi i soldi si trovano sempre quando fa comodo a chi governa: con una delibera di Giunta, approvata anche dai suoi assessori, Toti aumenta lo staff per ampliare gli uffici politici degli assessori. Da otto, i componenti passano a ben 22. La spesa tocca ormai quote vertiginose: 1,36milioni di euro all'anno, con un incremento di oltre 863mila annui. Come nel gioco delle tre carte: i soldi ci sono; i soldi non ci sono. E tutto questo nel silenzio completo da parte della maggioranza di governo regionale e a discapito di scelte, quelle sì davvero "politiche", cioè a favore dei cittadini.

"Qualche esempio -dice ancora Sansa -? Una macchina per la radioterapia, quelle che mancavano a San Martino e che hanno costretto i malati di tumore a emigrare in bus a Savona, costa esattamente come la squadra di Toti. Per la manutenzione ordinaria dei torrenti ieri in Commissione Ambiente abbiamo saputo che i comuni avranno a disposizione appena 300mila euro in più rispetto al passato. Per i parchi naturali - che sarebbero un fiore all'occhiello per la nostra regione e porterebbero fondi e posti di lavoro - sono stati stanziati solo 2,8 milioni di euro. È davvero questa la nuova politica per la Liguria?"

In serata arriva la replica del gruppo Cambiamo: "Il populismo più gretto e viscido è proprio questo: proporre soluzioni semplici, che parlano alla pancia delle persone, a problemi complessi. Additare i costi della democrazia come sprechi, solleticando le peggiori pulsioni della società. Il campione di questo metodo è, neanche a dirlo, Ferruccio Sansa, che dall’alto del suo stipendio da consigliere regionale, ben 10mila euro al mese, si è inventato, anziché capo dell’opposizione, ruolo che richiederebbe comunque capacità dialettiche e di pensiero di un certo livello, il lavoro del turista della politica. Oggi il Nostro riesce in un capolavoro di benaltrismo: secondo Sansa infatti i soldi spesi per lo staff della giunta si dovrebbero impiegare nella pulizia dei torrenti, nella sicurezza dei fiumi e nella sanità. Proviamo a spiegargli un paio di cosette. Anzitutto si tratta di capitoli di spesa diversi e le spese per lo staff a supporto della giunta non tolgono finanziamenti ad altre voci. Si tratta poi di professionisti che supportano gli assessori e il presidente: non amici degli amici, scelti per mera cooptazione politica come piacerebbe probabilmente a lui e come è tratto distintivo dei partiti che lo sostengono, ma persone capaci, in grado di dare un contributo concreto alla Liguria con il loro lavoro."

"Lo stesso contributo che invece Sansa non sembra intenzionato a dare. I liguri lo hanno capito subito, rifilandogli la peggiore sconfitta della storia nella nostra Regione e rinnovando la fiducia in Toti e nella sua squadra, la stessa che oggi mette nel mirino come se non ci fossero state le elezioni e le persone non avessero scelto liberamente. Eppure lui va avanti per la sua strada, con le stesse armi (spuntate) della campagna elettorale, ignaro forse del fatto che sia finita da un pezzo e che ora sia chiamato anche lui a lavorare seriamente. Ce ne sarebbe abbastanza per adottare la tattica dello struzzo, ma per il Nostro evidentemente non c’è mai limite alle figuracce. Tant’è che è lui stesso a dire, contraddicendosi da solo in poche righe, che per la manutenzione ordinaria dei torrenti sono stati stanziati 300mila euro in più rispetto al passato e per i parchi naturali ci sono ben 2,8 milioni di euro. E quindi, Ferruccio? Dov’è il gioco delle carte che evochi? Ci domandiamo poi con che coraggio Sansa parli di costi della politica. Il partito a lui più vicino, il Movimento 5 Stelle, ha appena fatto approvare una riforma che taglia centinaia di parlamentari per sostituirli, ad esempio nel caso del Recovery Plan, con altrettante centinaia di manager, scelti da nessuno se non da Conte. Su questo, Ferruccio, non hai niente da dire? Va tutto bene? Infine, una sincera domanda a Partito Democratico e Movimento 5 Stelle: ma davvero questo modo di fare opposizione vi rappresenta? Davvero volete affidarvi per cinque anni a un portabandiera che non si fa scrupoli a gettare ombre sul lavoro degli altri e sulla Liguria pur di infangare Toti e la sua giunta? È questo lo “stile” che vi rappresenta?"