Condividi:


Regionali, Bellanova: "Liguria tra sovranismo di Toti e populismo di Sansa, Massardo terza via"

di Redazione

"Siamo per lo sviluppo", ha dichiarato la ministra dell'Agricoltura in visita in Liguria per appoggiare la lista di Massardo candidato alla presidenza

"Il punto non è mandare a casa o no il governo Conte, il punto è capire che le risorse del Mes ci possono aiutare a dare un segnale per quel che riguarda la rete ospedaliera, la medicina del territorio e le nuove leve che devono entrare nel sistema sanitario e invece abbiamo richiamato i medici in pensione. Chi si candida nelle regioni deve dare queste risposte". Così la ministra dell'Agricoltura Teresa Bellanova spiega il voto per le regionali.

Bellanova si trova in Liguria per sostenere i candidati della Lista Massardo appoggiata da Italia Viva che qui ha deciso di non far parte della coalizione composta da M5s, Pd e forze di sinistra che sostengono il giornalista del Fatto Quotidiano Ferruccio Sansa. "In Liguria - ha detto la ministra - abbiamo da una parte il sovranismo, con la coalizione di Toti a trazione leghista che dice no alle risorse europee perché dobbiamo essere "immuni' dal confronto con l'Europa; dall'altra il candidato Sansa che ha piegato il Pd al populismo. Italia Viva è per lo sviluppo: bisogna dire con chiarezza se le infrastrutture si fanno, oppure se ci si piega a una propaganda che deprime il territorio. La scelta che abbiamo fatto noi, con una candidatura autonoma, parla di un modello di sviluppo che considera le imprese su cui fare investimenti per aumentare la competitività, e dare risposte al bisogno di lavoro rappresentato dalle nuove generazioni che se non hanno un territorio che investe in infrastrutture e mobilità non potranno mettere le loro competenze nella disponibilità e nella costruzione della ricchezza di tutto il territorio".