Condividi:


Ponte Genova, il 9 marzo riapre la Radura della Memoria

di Alessandro Bacci

Sarà dotata di una nuova pavimentazione in ghiaia e resina e di un point informativo che presidierà la zona sette giorni su sette

Il 9 marzo i cittadini potranno tornare alla Radura della Memoria, la piazza realizzata al Campasso, sotto il Ponte Genova San Giorgio, che con i suoi 43 alberi ridorda le vittime del crollo del Morandi. Non solo tornerà fruibile, ma sarà arricchita da un point informativo che la presidierà sette giorni su sette. La riconsegna ai cittadini della Radura della Memoria segna la fine reale dei lavori al nuovo viadotto. Polcevera. La Radura della Memoria era stata chiusa in autunno poche settimane dopo la commemorazione del crollo. La conferma viene dall'assessore comunale Simonetta Cenci e dall'Osservatorio per i lavori di demolizione del Morandi.

"Proprio oggi sono partiti i lavori di rifacimento della pavimentazione della piazza, grazie a un contributo di Erg la ghiaia semplice sarà sostituita da una miscela di ghiaia e resina, un modo per mantenere l'aspetto di giardino ma con una base più regolare e meno polverosa - spiega Caterina Patrocinio, coordinatrice dell'osservatorio,spiega Patrocinio - questi lavori, in due tranche, saranno ultimati il 9 marzo quando sarà anche aperto il point, all'interno dei container forniti da Msc". La Radura della Memoria è uno spazio temporaneo in attesa che parta il progetto vero e proprio del "cerchio rosso" dell'architetto Boeri, un vero e proprio parco.