Omicidio San Biagio, gli amici scrivono ad Alessio: "Siamo insieme a te"

di Marco Innocenti

Una lettera affidata ai social da chi lo conosce fin da bambino. Tra i firmatari anche il presidente del Municipio Federico Romeo

Una lettera, affidata ai social e indirizzata ad Alessio Scalamandré, il giovane in carcere per aver assassinato il padre Pasquale due giorni fa nella casa di San Biagio, in Valpolcevera. A firmarla tanti amici, che con Alessio hanno condiviso la scuola, le serate di svago o di volontariato, a cominciare dal presidente del Municipio Valpolcevera Federico Romeo, da anni amico del ragazzo.

"Caro Alessio Scalamandrè,

abbiamo aspettato un po’, ma sentiamo dal profondo del cuore di rivolgerti il nostro affetto. Ti vogliamo bene, sei figlio della nostra Valpolcevera. In questa terra molti di noi ci sono nati, siamo cresciuti, ci siamo formati e abbiamo sempre condiviso l’amore per una vita fatta di impegno e di miglioramento all’insegna della solidarietà e dell’amicizia. In queste ore tragiche ci teniamo a dirti che siamo con te, c’è una comunità fatta di noi amici, di insegnanti e di tante persone che ti sono vicine. Pensiamo a quel tuo sorriso e non dimentichiamo il tanto bene che hai sempre fatto per le persone in difficoltà e per gli amici bisognosi di affetto.

Noi siamo qui ad aspettarti per riabbracciarti e accompagnarti nel ripercorrere la strada della vita, una strada fatta di felicità e amore che tu con noi hai sempre condiviso. Ci mancano i tuoi abbracci, le nostre serate insieme e la gioia che la vita può donarci. C’è una comunità che col cuore è al tuo fianco e noi siamo orgogliosi di farne parte. Ti vogliamo bene, siamo insieme a te e a tuo fratello Simone".