No Green Pass, emesso decreto di sequestro per la chat Telegram "Basta dittatura"

di Alessandro Bacci

Il gruppo conta 44 mila iscritti, nella chat sono stati pubblicati i numeri di telefono di Palazzo Chigi ma anche di virologi e politici

No Green Pass, emesso decreto di sequestro per la chat Telegram "Basta dittatura"

La procura di Torino ha emesso un decreto di sequestro della Chat Telegram 'Basta dittatura', tra gli strumenti di comunicazione di alcuni gruppi No Vax e No Green Pass. Dalla struttura legale del social, informata via mail dai magistrati secondo quanto riferisce nelle pagine locali il quotidiano La Stampa, non è ancora arrivata una risposta ufficiale e nei prossimi giorni potrebbe essere avviata una rogatoria internazionale.

La chat è quella che ha pubblicato, tra i vari riferimenti, i numeri di telefono di Palazzo Chigi, dall'ufficio per la Comunicazione a quello del programma di governo, ma anche di noti virologi e di politici. A oggi oltre 44 mila persone si sono iscritte alla chat, diventata un punto di riferimento per l'organizzazione delle proteste a livello nazionale.