Minacce a Bassetti, Toti: "Non sottovalutiamo il fenomeno no vax"

di Marco Garibaldi

Il presidente di Regione Liguria si scaglia contro una certa propaganda sui social che "qualche mente più debole può prendere sul serio talune farneticazioni circa i vaccini"

Minacce a Bassetti, Toti: "Non sottovalutiamo il fenomeno no vax"

"C'è una parte di Italia che, ahimè, in modo totalmente irragionevole per quanto riguarda sicurezza e salute, in modo talvolta anche delinquenziale per certa propaganda e soprattutto per le minacce a persone che sono sulla prima linea del fronte, come il professor Bassetti, a cui occorre porre rimedio".

Lo ha detto il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti a margine della visita all'interno della base militare di Sanremo dove sono ospitati 206 profughi afghani.

Il governatore è intervenuto in merito alla recenti minacce ricevute dal dottor Matteo Bassetti, aggredito da un no vax, e al manifesto contro i vaccini affisso nei giorni scorsi davanti all'ospedale di Imperia.

"Chiedo alle prefetture, alle questure, al ministero degli Interni di non sottovalutare un fenomeno che mi auguro non degeneri - ha spiegato Toti - Ma che certamente, per certa propaganda sui social, in qualche modo funge da cattivo maestro, magari per qualche mente più debole che può prendere sul serio talune farneticazioni circa i vaccini e dall'altra parte vorrei continuare a spiegare nel modo più corretto possibile che la vaccinazione sta salvando le vite di milioni di persone e l'economia di un Paese che si sta riprendendo".

"Ritengo che - ha concluso il presidente - Con la massima determinazione si debba sia ovviamente convincere i più riluttanti, nel modo più corretto possibile, sia punire e reprimere tutte le manifestazioni che possono portare a una degenerazione di ordine pubblico".