Condividi:


Maltempo, giornata di tregua. Attese piogge nella notte

di Redazione

Liberata la via per Badalucco, riaperta la A6. Ancora persone isolate a Follo, Rapallo, Sanremo

L'allerta gialla, che ha sostuito la rossa di venerdì 20, è ufficialmente finita oggi alle 12 anche sul Levante, l'ultima area ancora interessata dalle perturbazioni, nella zona "C" della regione che comprende la provincia di Spezia e il Tigullio. Lo annunciano i meteorologi e i previsori Arpal. Sulla stessa area però riprenderà l'allerta gialla dalle 20 di sabato: durerà fino alle 6 di domani per i bacini piccoli, mentre per i bacini grandi non terminerà come previsto alle 12 di oggi ma continuerà fino alle 12 di domani.

La pioggia sarà accompagnata da altri eventi meteo significativi: vento forte e una lunga mareggiata che si protrarrà fino a lunedì. 

Dopo le piogge intense di ieri, e una ripresa delle precipitazioni nelle prime ore della mattina di oggi, rimangono isolate diverse località in Liguria per frane e smottamenti. Alle 9 di questa mattina è stata riaperta la A6, che era stata chiusa per l'allerta rossa. Fino alla tarda sera di ieri la situazione più grave era a Badalucco, con 800 abitanti isolati, ma dopo l'intervento dei vigili del fuoco e della protezione civile il collegamento è stato riaperto: sono stati evacuati dalle loro abitazioni 6 abitanti. Nel Comune di Follo in val di Magra, in località Torenco, si è riattivata la frana sull'unica strada di collegamento: attualmente sono isolate circa 70 persone. Anche a Chignero, nel Comune di Rapallo, sono 70 gli abitanti isolati. Una nuova frana questa mattina a Bolzaneto, in salita Pianego, ha isolato 25 persone. Sono ancora 8 gli isolati a Sanremo in località San Romolo, 4 abitanti sono stati evacuati; altre 6 famiglie sono isolate in frazione Poggio. Si è aggravata la frana a Taggia in località Oxentina, è in corso l'evacuazione di 16 persone da 6 abitazioni in pericolo.

Migliorata la situazione in giornata, in serata ci sarà però un aumento della nuvolosità e precipitazioni nella notte con maggiore intensità nel centro-levante. Rientrano anche i mari dopo le intense mareggiate (solo nell'estremo ponente previsto ancora qualche fenomeno) e i forti venti di ieri. 
 
Nella giornata di allerta rossa di venerdì 20 dicembre sono caduti su ponente e genovesato una media di 100 millimetri di pioggia con picchi di 200 nel ponente, dove i fiumi che sono andati molto vicini al livello di guardia. 

Nell'imperiese restano alti i livelli dei torrenti Argentina e Armea. A Ponente la zona più colpita dalle precipitazioni è stata quella di Ceriana, dietro Sanremo con 41,4 mm di pioggia in un’ora, 180 millimetri di cumulata complessiva nelle ultime 10 ore. Tenendo conto che sono stati oltre 2000 mm di pioggia caduta negli ultimi 40 giorni mentre la media annua è di 1.700 mm.

Riaperta questa mattina a senso unico alternato la strada della Litoranea a Riomaggiore, alle Cinque Terre, che era stata chiusa nel pomeriggio di ieri per il rischio frana da un cantiere: la viabilità potrà essere parzialmente sospesa per il dragaggio di eventuali massi pericolanti. Chiusa per precauzione la provinciale della Ripa e la strada Beverino Castello per smottamenti. Riaperta a senso unico alternato la strada provinciale per Levanto. Interventi nella notte dei vigili del fuoco per tetti in lamiera scoperchiati o alberi abbattuti dal vento o per piccoli allagamenti in scantinati. 

(Foto di copertina da Instagram @s.animafragile