Consiglio regionale, approvato (dopo una mattinata di polemiche) il bilancio consolidato

di Redazione

L'opposizone: "I problemi sorgono perché il presidente unisce ai suoi incarichi anche le deleghe a sanità e bilancio: una situazione insostenibile"

Consiglio regionale, approvato (dopo una mattinata di polemiche) il bilancio consolidato

Dopo una mattinata infuocata, il Consiglio regionale della Liguria ha il bilancio consolidato della Regione, dopo lunga polemica sul metodo. Contraria opposizione di centrosinista.

Durante la riunione è subito scattata la polemica: il presidente Giovanni Toti è assente e la commissione presieduta da Lilli Lauro (Cambiamo)  non ha designato relatori. La minoranza, e in particolarei consiglieri Sergio Rossetti e Luca Garibaldi, Pd,  attaccano e inistono per il dibattito in aula. L'opposione, a più voci, ribadisce che questo accade per via dell'assenza, giustificata, di Toti che ai suoi incarichi unisce le deleghe a sanità e bilancio. Rossetti e Garibaldi, ai quali si uniscono anche Ferruccio Sansa (Sansa presidente) e Davide Natale, Pd, ribadiscono che l'assenza di  dibattito svilisce  il ruolo del Consiglio, e nell'immediato si sollecita un Ufficio di presidenza, per decidere come procedere nei lavori. 

Prima della lunga sospensione, l'assessore Marco Scajola, ribadisce: "Se volete leggo io la relazione già fatta e la Giunta, se vorrà potrà replicare".

Per Lauro è inutile leggere la relazione perché già presentata in commissione. Scajola spiega che Toti è in riunione con Boccia per il nuovo Dpcm.