Condividi:


Liguria, pazza primavera: l'entroterra di Savona e Genova si risveglia sotto la neve

di Alessandro Bacci

Caduti fino a 10 cm di neve nel savonese, registrata anche tanta pioggia: cumulate superiori ai 100 mm

Nevica nell'entroterra savonese, dove giorni fa i fiocchi avevano fatto capolino addirittura sulla costa. Neve anche sulle montagne vicino a Genova, e in particolare in Val d'Aveto. Anche a Genova città, quattro giorni fa, era comparsa la neve. Insomma, più che primavera una coda dell'inverno in Liguria che ha trascorso la notte in allerta giallo per le piogge (è scaduta alle 8 di stamani), in buona parte del territorio.

Nell'entroterra Savonese le piogge annunciate si sono trasformate nella notte in una abbondante nevicata che ha colpito soprattutto la Valbormida. Sotto la coltre bianca si sono svegliati Comuni interni come Sassello (nella foto) e Calizzano dove, sulle alture circostanti, nelle frazioni di Veirera, Piampaludo e nella storica stazione sciistica di Alberola, sono caduti fino a 10 centimetri di neve. Ora sono in azione gli spazzaneve. I fiocchi hanno imbiancato anche l'entroterra genovese. Una abbondante nevicata ha interessato la stazione sciistica di Santo Stefano d'Aveto.

Poi tanta pioggia con cumulate superiori ai 100 millimetri: in 12 ore, secondo quanto rilevato dall'Agenzia regionale per l'Ambiente Arpal, in 12 ore sono caduti 123 millimetri a Rapallo, 127 a Camogli, e in 24 ore 148 millimetri a Fiorino nell'entroterra Genova Voltri. Il livello dei corsi d'acqua è cresciuto, ma senza creare allarmi.