Liguria, la leggenda del caligo: gli spiriti che accompagnano le anime dei defunti

di Alessandro Bacci

Il fenomeno che ha colto di sorpresa la nostra regione ha rievocato antichi racconti di mare, così le anime intrappolate troverebbero la pace

Liguria, la leggenda del caligo: gli spiriti che accompagnano le anime dei defunti

La Liguria nella giornata di mercoledì è stata avvolta dal caligo, la cosiddetta nebbia del mare che ha preoccupato e allo stesso tempo affascinato i cittadini. Genova, La Spezia, Savona e Imperia avvolte in una fitta nube che ha creato uno scenario spettrale e inedito per la nostra regione. Difficile ricordare a memoria un paesaggio simile in Liguria ma, come spesso accade, il caligo porta dietro di sè alcune leggende. 

Secondo un vecchio racconto marinaresco una volta all'anno, tra i mesi di febbraio e marzo, gli spiriti dell'aldilà arriverebbero dal mare per venire a prendere le anime dei defunti rimaste intrappolate fra la terra e la vita ultraterrena. La nebbia, proprio come accaduto mercoledì, avvolgerebbe la costa per un giorno e una notte per poi ritornare verso il mare. In queste ore gli spiriti prenderebbero le anime dei defunti rimaste intrappolate sulla terra per accompagnarle verso la pace. La leggenda narra inoltre che il passaggio sul mare servirebbe per cullare le anime spaventate dei defunti, riportando alla memoria il grembo materno e fornendo una sensazione di protezione. Così le anime possono raggiungere la pace. Il caligo una volta terminato il proprio compito si allontana dalla costa per tornare l'anno successivo a raccogliere nuove anime.

Si tratta solo di una vecchia leggenda tramandata da pescatori e marinai da secoli. I classici racconti di mare per spiegare fenomeni che colgono l'uomo di sorpresa. In realtà la spiegazione scientifica è piuttosto chiara: l’acqua marina (ancora fredda visto il periodo) al contatto con l’aria mite in scorrimento sopra la superficie evapora e tende a condensare rapidamente, formando delle minuscole goccioline di vapore. Se la temperatura dell’aria raggiunge il cosiddetto "punto di rugiada" si forma la nebbia che viene sospinta sulle coste dalle brezze di mare. Questa la spiegazione scientifica ma è bello pensare che il caligo porti con sè i segreti del passato.