Liguria, minacce di morte, Toti: “Il clima nel Paese è complesso”

di Antonella Ginocchio

Il presidente della Regione ringrazia “Le manifestazioni di solidarietà arrivate da tutto il mondo politico: la nostra democrazia ha un livello di tenuta importante”

Liguria, minacce di morte, Toti: “Il clima nel Paese è complesso”

La minaccia di morte su di  un muro di Oregina, accompagnata  dal disegno di una P38  (era utilizzata dai da brigatisti rossi) non  scompone più di tanto il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti: “Tiriamo dritti per la nostra strada”, dice ai microfoni di Telenord, argomentando: “Il clima nel Paese è complesso: lo dimostra la situazione nelle piazze e a Trieste, dove ieri le istituzioni hano preso una posizione netta”.

E aggiunge:  “Posso solo auspicare tutti abbassino di un tono il livello delle polemiche e che ci si affidi alla scienza, senza immaginare complotti:  nessuno deve strumentalizzare la paura della gente, evitando così la rivitalizzazione di vecchie violenze politiche

Toti ringrazia tutti coloro che gli hanno manifestato solidarietà. “Telefonate e messaggi di solidarietà sono arrivati da tutto il mondo politico: segno che nei momenti difficili nel nostro Paese la nostra democrazia ha una tenuta importante”.

Il presidente si è poi soffermato sulle dichiarazioni dell’infettivologo Bassetti, che propone di tener fuori dai locali pubblici i non vaccinati. “Faremo tutto quanto è necessario per non trovarci nuovamente in una situazione d’emergenza”, ha ribadito a tal proosito il presidente, evidenziando che c’è, a livello nazionale, un aumento dei contagi, ma il dieci per cento delle ospedalizzazioni rispetto allo scorso anno.   “Significa  - ha detto il presidente - che le vaccinazioni e le cure, anche a domicilio, stanno fornendo risposte importanti”.