"Giovanni Toti morto", scritte minacciose a Oregina contro il governatore

di Alessandro Bacci

Il vergognoso messaggio vicino a via Fracchia firmato "P38", la pistola diventata simbolo degli Anni di Piombo

"Giovanni Toti morto", scritte minacciose a Oregina contro il governatore

Scritte minacciose contro il governatore Giovanni Toti sono state vergate su alcuni vecchi cartelloni predisposti per la campagna elettorale nel quartiere genovese di Oregina, dove durante gli anni di piombo si trovava il covo delle Br che ospitò la Direzione strategica dei brigatisti e zona dove, nel 1979, venne ucciso il sindacalista e operaio dell'Italsider Guido Rossa. Tra l'altro la frase vergata sui pannelli cita la P38, una delle pistole utilizzata proprio dai brigatisti. 

“Una scritta: ‘Giovanni Toti morto’. E una firma: ‘P38’, ovvero la pistola diventata simbolo degli Anni di Piombo. Il tutto nel quartiere genovese di Oregina, a due passi da via Fracchia, dove c’era l’appartamento-covo delle Brigate Rosse. È l’ennesimo preoccupante messaggio indirizzato al presidente della Regione Liguria, un’altra minaccia di morte che segue di pochi giorni le vergognose scritte comparse in prossimità del centro vaccinale di Camporosso. Ancora una volta non possiamo che far pervenire tutte la nostra solidarietà e vicinanza al presidente Toti, denunciando l’insopportabile escalation di violenza, per ora ‘solo’ verbale, che si sta manifestando nei suoi confronti”. Così in una nota i consiglieri regionali della Lista Toti Liguria.

Molti i messaggi di solidarietà dal mondo politico locale e nazionale, prima fra tutti quella dei consiglieri regionali della Lista Toti in Liguria. "È l’ennesimo preoccupante messaggio indirizzato al presidente della Regione Liguria - scrivono - un’altra minaccia di morte che segue di pochi giorni le vergognose scritte comparse in prossimità del centro vaccinale di Camporosso. Ancora una volta non possiamo che far pervenire tutte la nostra solidarietà e vicinanza al presidente Toti, denunciando l’insopportabile escalation di violenza, per ora ‘solo’ verbale, che si sta manifestando nei suoi confronti". "Il clima di intimidazione che si respira in Italia è intollerabile - fa sapere la deputata di Cambiamo Manuela Gagliardi - Al presidente Toti esprimo tutta la mia solidarietà contro le nuove, gravi, minacce di morte che arrivano dai soliti vigliacchi. Al presidente non mancherà mai il nostro sostegno per proseguire nella sua opera di cambiamento della regione e nel contrasto al COVID-19".

“Esprimiamo solidarietà al presidente Giovanni Toti per l’ennesima scritta contro di lui comparsa in città - scrive in una nota il gruppo Lega in Comune a Genova - Un gesto scurrile che va condannato. C’è una parte prepotente, deplorevole e abietta di persone che agiscono in mala fede e nell’ombra con il solo scopo di creare tensioni sociali. Tutto ciò non intimidisce il presidente Toti e la Lega che proseguiranno a testa alta nei propri progetti per il bene dei genovesi e dei liguri”. "Violenza, prepotenza e anonimato sono alla base delle scritte ignobili contro il presidente Toti trovate a Genova - aggiunge Edoardo Rixi - Un attacco alle istituzioni democratiche e alla persona. A qualcuno piace alimentare la tensione sociale e creare un clima ostile. La Lega e il presidente Giovanni Toti non si lasciano intimidire da nessuno". 

"La serie di scritte contro il presidente della Regione Liguria Toti, anche considerata la scelta dei luoghi in cui compiono, sono senza dubbio inquietanti - dichiara Raffaella Paita, deputata di Italia Viva - Ci affidiamo agli inquirenti e alle forze dell'ordine perché svolgano i dovuti approfondimenti e, se necessario, adottino le misure conseguenti. In ogni caso, un tale clima d’odio non è degno di un paese civile. Queste intimidazioni sono semplicemente ingiustificabili. Basta violenza. Esprimiamo per questo una ferma condanna contro il gesto e tutta la nostra solidarietà a Giovanni Toti".

"Intimidazioni e minacce di morte al nostro Presidente della Regione stanno diventando una squallida consuetudine - ha scritto invece il sindaco di Genova Marco Bucci - Insulti e provocazioni inaccettabili: ancora una volta esprimo la mia solidarietà e vicinanza all’amico Giovanni Toti".

 

(Foto Ansa)