La Sampdoria è 'rognosa' e solida: finalmente caratteristiche da salvezza

di Alessandro Bacci

Ranieri blinda la difesa ma per raggiungere il traguardo servono i gol

La Sampdoria è 'rognosa' e solida: finalmente caratteristiche da salvezza

La Sampdoria inizia il 2020 con il piede giusto. Il pareggio a San Siro ha restituito morale alla squadra e anche una nuova consapevolezza. I blucerchiati si stanno dimostrando una squadra difficile da affrontare, solida e rognosa. Caratteristiche essenziali per una formazione che si deve salvare e ciò che è mancato nella prima parte di stagione. Già la Juventus aveva trovato notevoli difficoltà per strappare una vittoria, il Milan invece è andato letteralmente a sbattere sul muro eretto ad Claudio Ranieri. I dati sono inconfutabili, da quando il tecnico allena la Sampdoria solo due squadre in tutta Europa sono riuscite a tenere più volte la porta imbattuta: Real Madrid e Leicester. In undici gare i blucerchiati hanno subito undici gol mantenendo però inviolata la porta ben cinque volte. È proprio questa la forza della squadra in questo momento: la solidità difensiva.

La sfida di San Siro contro il Milan ha portato anche una buona notizia. Claudio Ranieri sembra aver trovato una nuova pedina: Julian Chabot. Il giovane tedesco a inizio stagione era stato oggetto di numerose critiche quando schierato da Eusebio Di Francesco. Contro i rossoneri si è rivelato uno dei migliori in campo risultando insuperabile per gli attaccanti del Milan. Un recupero di fondamentale importanza in vista dello scontro salvezza con il Brescia, dove la Samp dovrà fare a meno di Depaoli infortunato e di Colley squalificato. Il tecnico avrà a disposizione Chabot, Murillo e Regini per due posti al centro della difesa in una delle sfide più importanti del campionato. Non di certo una buona premessa, in ogni caso la coppia di difensori sarà inedita per Ranieri.

Se la difesa sembra tornata un punto di forza, i numeri dell'attacco sono preoccupanti. Sono 14 i gol segnati dalla Samp in 18 partite, peggio in Serie A ha fatto solo l'Udinese. Numeri che non mentono, gli attaccanti blucerchiati non pungono e dimostrano poco cinismo. Lo ha dimostrato Gabbiadini, il capocannoniere blucerchiato con 4 reti, che a Milano ha sciupato ben tre occasioni clamorose per segnare. Dopo aver riportato equilibrio e solidità alla squadra, Ranieri ha bisogno della fame da gol dei suoi attaccanti. Con Quagliarella ancora in ombra, il mercato deve portare nuove alternative all'allenatore, anche se su questo aspetto il tecnico non si sbilancia: "Se arriva qualcuno sono contento, altrimenti non mi metto a piangere". La Samp, però, è lentamente ripartita, questa è la notizia più importante. Una vittoria contro il Brescia permetterebbe ai blucerchiati di terminare il girone di andata a 19 punti, una media da salvezza. "Ogni partita per noi è una sopravvivenza", la Samp dovrà prendere alla lettera questo imperativo di Claudio Ranieri.

(Foto UC Sampdoria)