Condividi:


La beffa delle mascherine arrivate all'Ordine dei medici, non sono state testate

di Eva Perasso

Bonsignore: "Arrivati 10mila pezzi, ma non sono equivalenti alle FFP2 come indicato"

Continua l'impegno degli ordini dei medici liguri per supportare e mettere in sicurezza il personale medico che sta lavorando in prima linea per combattere il Covid-19.

Proprio ieri sono arrivate circa 10mila mascherine, che il Ministero ha certificato "equivalenti alle FFP2”, come si legge nella nota dell'ordine regionale dei medici. Queste mascherine avrebbero dovuto aiutare e supportare Asl, ospedali, tutti i professionisti in grave carenza di DPI che operano al fronte (Anestesisti e Rianimatori, Medici di Pronto Soccorso, Infettivologi, Medici di reparti COVID-19 positivi, Medici di Medicina Generale, Pediatri di Libera Scelta, Medici di Continuità Assistenziale e Specialisti Ambulatoriali).

Ma una volta arrivate le mascherine di emergenza agli ordini, ecco la beffa, come racconta a Telenord Alessandro Bonsignore, presidente della federazione regionale degli ordini dei medici della Liguria: "Visto che non ci convincevano molto, abbiamo chiesto garanzie e la Protezione civile ha smentito il ministro dicendo che non è vero che sono state testate come equivalenti alle FFP2, bensì sono in corso solo adesso gli opportuni controlli".