Condividi:


L'agonia di Codamozza, la balenottera avvistata nel santuario dei cetacei

di Redazione

Il cetaceo con la coda mozzata aveva fatto tappa in Liguria circa un mese fa, oggi appare in estrema difficoltà

Continua l'agonia di codamozza, la balenottera diventata tristemente simbolo dell'impatto umano sui mari e sugli Oceani. Il cetaceo, circa un mese fa era stato avvistato in Liguria attirando l'attenzione dei cittadini. L'animale si era avvicinato pericolosamente alla costa poi si era diretto in Francia facendo perdere le proprie tracce. Il WWF con un video ripreso dall'elicottero mostra la balenottera in mare aperto nel santuario dei cetacei. Il video evidenzia l'attuale situazione di Codamozza: immobile in superficie. Secondo gli esperti l'animale dovrebbe riuscire ancora a cibarsi ma con estrema difficoltà. Senza la coda l'immersione risulta estremamente difficile.

Da anni i biologi marini monitorano lo stato di salute della balenottera rimasta vittima di un incidente con una nave, che l’ha privata della coda. Non è ancora chiaro quanto, dopo tutti questi anni, ‘Codamozza’ o anche da alcuni soprannominata Fluker, riuscirà a sopravvivere. Certo l'ultima sua ripresa mostra delle condizioni tutt'altro che incoraggianti.