Infrastrutture, Toti: "Il nostro non è il modello Albiano"

di Redazione

Il presidente uscente critica la gestione del ponte crollato ad Albiano Magra. Gagliardi (Cambiamo!): "La Liguria va avanti nonostante i no del Mit"

"Ci sono due modelli in questo Paese. Il modello 'Bolano' e il modello 'Albiano'. Qui abbiamo una strada che è stata ripristinata in un mese, grazie alla collaborazione tra istituzioni. Dall'altra parte dopo quattro mesi non sono state rimosse nemmeno le macerie  del ponte crollato". Lo ha detto il presidente uscente  della Regione Liguria Giovanni Toti, intervenendo con l'assessore Giampedrone e i sindaci di Bolano e Podenzana all'inaugurazione della strada tra i due paesi, alternativa dopo il crollo del ponte di Albiano per collegare Val di Vara e Toscana.

Il presidente e candidato alle elezioni per la coalizione di centrodestra ha chiamato in causa il ministero dei Trasporti anche per la questione delle rampe di collegamento dell'A12, sulla realizzazione delle quali dovrebbe arrivare a breve una decisione da parte del ministero. "Se il 21 non ci sarà una risposta dal Ministero chi sarà il nuovo presidente della Regione dovrà prendersi carico della situazione, intervenendo con un provvedimento di protezione civile che permetta di realizzare queste rampe. L'autunno con tutti i disagi e i problemi che comporta si avvicina e non possiamo permetterci di tenere questo territorio in queste condizioni". 

Sulla questione è intervenuta anche la parlamentare di Cambiamo! Manuela Gagliardi: "Grazie all'impegno della Regione Liguria, gli interventi di manutenzione straordinaria della strada comunale di collegamento Bolano-Podenzana, inaugurata oggi, hanno richiesto un mese di tempo tra progetto e realizzazione. È la migliore dimostrazione che, nonostante i tanti 'no' del ministro De Micheli, in Liguria le infrastrutture vanno avanti ugualmente. La strada, realizzata in collaborazione con Anas e il comune di Bolano, è stata finanziata dalla Regione con un contributo di 320mila euro del Fondo strategico nell'ambito dei 16 milioni stanziati per tutto il territorio ligure. Molto diversa, invece, è la situazione del Ponte di Albiano: nonostante la sua importanza strategica per la viabilità nella zona di La Spezia, le macerie sono ancora nel letto del fiume Magra! E' arrivata l'ora che anche il ministro De Micheli adotti il 'modello Liguria'.