Inchiesta sul San Martino, anche il SIAP in difesa di Telenord

di Redazione

Il sindacato dei poliziotti: "Il grave attacco al giornalista va valutato con attenzione"

Inchiesta sul San Martino, anche il SIAP in difesa di Telenord

Gli organi statutari dirigenziali del SIAP di Genova esprimono massima solidarietà al giornalista della testata Telenord, Michele Varì, autore dell'inchiesta sul Pronto Soccorso dell'ospedale San Martino di Genova con la quale ha rappresentato oggettivamente un preoccupante e grave fenomeno sociale che affligge la nostra città a causa delle carenze di organico e strutturali presenti all'interno di uno dei più grandi ospedali della Liguria e del nord Italia.

Chi come il SIAP si trova quotidianamente in prima linea per denunciare carenze organiche e struttuali che interessano la Polizia di Stato trova inaccettabile che si possa arrivare a negare l'evidenza di fatti che sono stati debitamente documentati. Riteniamo che la scomposta reazione denigratoria della Direzione aziendale del San Martino, che definisce l'inchiesta falsa e calunniosa, debba essere valutata con attenzione per la sua gravità e pericolosità.

Attaccare ingiustamente un giornalista che ha rappresentato con coerenza una situazione che deve essere migliorata per il bene dei pazienti e di tutta la comunità, non fa bene alla società ed al servizio pubblico che le istituzioni devono garantire alle persone. Auspichiamo che arrivino al più presto scuse e ravvedimenti al fine di sanare un preoccupante clima conflittuale che danneggia l'immagine ed il diritto costituzionale della libertà  di stampa e d'informazione.