Incarcerato per 7 mesi in Afghanistan: a Biloslavo il premio giornalistico 5 Terre

di Marco Garibaldi

L'inviato di guerra nel 1987 è stato per sette mesi incarcerato in Afghanistan

Incarcerato per 7 mesi in Afghanistan: a Biloslavo il premio giornalistico 5 Terre

È andato a Fausto Biloslavo il premio Giornalistico 5 Terre. L'inviato di guerra nel 1987 è stato per sette mesi incarcerato in Afghanistan. Paese di nuovo sotto il potere dei Talebani e dove il giornalista si appresta a tornare. 

"Questo premio mi onora perché viene consegnato in una cornice fantastica - spiega Biloslavo - Mia moglie dice sempre che l'Afghanistan è la mia seconda patria, probabilmente è così. La prima volta che ci sono stato, nel 1983, ho raccontato in un reportage dei mujahidin che combattevano contro l'armata rossa. Poi ho avuto varie disavvernture come la cattura da parte dei governativi con 7 mesi di galera a Kabul".

Sui mesi di prigionia:

"Era una sorta di catacomba moderna dove io ero il più fortunato perché i miei compagni di cella venivano regolarmente torturati. Io me la sono cavata con solo qualche frutata e qualche cazzotto. Ringrazio ancora Cossiga che mi liberò e mi riportò in Italia".

Sulla situazione attuale in Afghanistan:

"I Talebani avevano questo obiettivo da 20 anni e l'hanno raggiunto. Bisogna vedere se questi Talebani si presentano solo con una faccia nuova, magari più moderata ma io non ci credo. Penso che i Talebani siano sempre gli stessi".

L'Undicesima edizione del premio giornalistico "Cinque Terre", fondato da Arrigo Petacco, promosso dall'associazione "Amici delle 5 Terre" presieduta da Luigi Grillo e realizzato con il contributo della Fondazione Carispezia e dei cantieri navali San Lorenzo.

Un appuntamento fisso, ideato e organizzato non solo per celebrare grandi firme del giornalismo nazionale ma anche allo scopo di promuovere le attività e le iniziative volte alla valorizzazione della storia e delle tradizioni culturali legate alla popolazione e ai paesi delle Cinque Terre.

"È la prima volta che vengo a Monterosso e mi sono innamorato delle Cinque Terre - conclude - Non mi innamoro facilmente dei posti ma il mare, le colline e i vigneti sono veramente eccezzionali".