Imperia, Scajola replica a Salvini. “Non basta leggere Topolino”

di Antonella Ginocchio

Dopo le critiche per la presentazione dei lavori della pista ciclopedonale alla presenza del ministro De Micheli

Il sindaco di Imperia Claudio Scajola, non ci sta alle critiche del leader della Lega, Matteo Salvini in merito alla presentazione de lavori della pista ciclopedonale,  avvenuta oggi alla presenza del ministro dei trasporti e delle infrastrutture Paola De Micheli. Per Salvini la cerimonia e la presenza del ministro sarebbero inopportune, quasi riguardassero una  cosa di poco conto.

 “Non è sufficiente leggere topolino. -  ha detto Scajola – Bisogna approfondire e comprendere che il mondo sta cambiando e, come ci ha dimostrato anche il virus, è necessario  favorire la mobilità  pedonale delle persone”. Ha quindi aggiunto che sarà sua cura invitare Salvini per dimostrargli che non si tratta di  semplici strisce tracciata per terra, ma di un’opera vera e propria del  costo di 16 milioni di euro, finanziati dal decreto Periferie, e  che interseca  con il trasporto tramite bus elettrici, ecosostenibili. Scajola ha aggiunto che la pista, che seguirà il tracciato della vecchia ferrovia e si collegherà a quella di San Lorenzo al mare, toglie dall’isolamento tre quartieri e prevede percorsi  panoramici a sbalzo sul mare.

Il sindaco questa mattina ha approfittato della visita del ministro per presentare un dettagliato dossier delle molte opere non realizzate o incompiute, che toglierebbero il Ponente dall’isolamento, tra queste il  traforo del Tenda, quello di Nava,  il completamento dell’Aurelia bis e la bretella Albenga Carcare Predosa. “Abbiamo fornito schede dettagliate al ministro: una cosa che finora in  in Liguria nessuno aveva ancora fatto” , ha rimarcato Scajola.