Imperia: poca pressione nell'acquedotto, San Bartolomeo al mare resta a secco

di Redazione

Il sindaco scrive al prefetto: "Così è inutile parlare di turismo. Qui ci sono persone che hanno le vacanze rovinate perché non riescono a lavarsi"

Il sindaco di San Bartolomeo al mare, Valerio Urso, ha scritto alla società Rivieracqua SpA (gestore unico del ciclo integrato delle acque in provincia di Imperia), al prefetto di Imperia e al commissario dell'Ato Idrico, per evidenziare i black out idrici che da giorni interessano la città creando disagio a residenti e turisti.

Secondo il sindaco ciò avverrebbe perché ad Imperia è stata ridotta la pressione dell'acquedotto per evitare rotture nelle tubature. "Non è pensabile che a Imperia si riduca la pressione per evitare che si rompano i tubi e che manchi l'acqua a San Bartolomeo al Mare. Invito tutti, compresi i sindaci e i cittadini di Imperia e Sanremo, a comportarsi responsabilmente e a ridurre al minimo il consumo con effetto immediato. Invito Rivieracqua ad aumentare immediatamente la pressione".

Secondo Urso, l'aver diminuito la pressione nei tubi, a Imperia, per evitare guasti e interruzioni del servizio, come ripetutamente accaduto in passato, avrebbe avuto ricadute negative anche sul Golfo Dianese. "Così è inutile parlare di turismo e di comprensorio turistico: qui ci sono persone che hanno le vacanze rovinate perché non riescono a lavarsi"