Imperia, la parrocchia ha troppi debiti e il parroco si dimette

di Alessandro Bacci

Il covid ha peggiorato la situazione, Ennio Bezzone si è dimesso non riuscendo a far fronte a un mutuo di alcune centinaia di migliaia di euro

Imperia, la parrocchia ha troppi debiti e il parroco si dimette

Ennio Bezzone, parroco della basilica di San Giovanni a Imperia Oneglia, si è dimesso a causa del Covid e della crisi economica. In particolare a fronte di un mutuo di alcune centinaia di migliaia di euro per le opere parrocchiali che non è stato supportato da sufficienti entrate. Probabilmente, monsignor Bezzone si trasferirà in un ufficio della curia di Albenga e al momento non si conosce ancora il nome del sacerdote che lo sostituirà.

"All'inizio mi era stata prospettata una situazione meno complicata - afferma Bezzone - nel senso che non sembrava un mutuo così complesso. Poi c'è stato il Covid che ha ulteriormente complicato tutto. Grazie a Dio, però, finora siamo riusciti a pagare tutte le rate". Bezzone aveva iniziato a parlare col vescovo di Imperia-Albenga, Giacomo Borghetti, già un anno fa di un possibile abbandono dell'incarico.

"Tutto il mio affetto al vescovo che ha capito la mia situazione - prosegue Bezzone -. Ho spiegato che, siccome non sono mai stato uno con il pallino dell'amministrazione, era meglio lasciare questo incarico a qualcuno più preparato in materia". Il vescovo Borghetti, nel confermare il passaggio di testimone, che potrebbe avvenire a breve e che presto sarà ufficializzato anche con i fedeli, non entra però nel merito della questione.