Condividi:


Il ministro Bonafede a Genova: "Non mi piace questo continuo riferimento a far saltare il governo"

di Redazione

Il Guardasigilli: "L'obiettivo è non essere divisi"

"Abbiamo un unico obiettivo, non possiamo essere divisi". Lo ha detto il Guardasigilli Alfonso Bonafede parlando al 34^ congresso nazionale dell'Anm a Genova. "Non voglio sbilanciarmi ma molto probabilmente nel nuovo sistema elettorale del Csm non ci sarà alcun meccanismo di sorteggio".

"A me sembra che siamo tutti d'accordo e che però alla fine si continua a tenere in stallo una situazione che invece andrebbe sbloccata". Lo ha detto il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede parlando a margine del suo intervento al 34^ congresso nazionale dell'Anm in corso a Genova. "Ho ascoltato le ultime dichiarazioni anche di esponenti del PD e mi risulta che ci sia non tanto un riferimento alla prescrizione ma alla necessità ancora una volta di agire sulle norme per garantire la velocità del processo. Continuo a dire queste norme ci sono nel progetto di riforma che ho scritto insieme a magistrati e avvocati e che ho portato all'attenzione della maggioranza due mesi fa. Vogliamo lavorare per migliorare quello - ha chiesto il Guardasigilli -? È da due mesi che sono in attesa che arrivino contributi di questo tipo. E sono disposto a lavorarci ancora e ancora di più. Ma ritengo sinceramente che il 1 gennaio con l'entrata in vigore della legge sulla prescrizione ci sarà una legge di civiltà".

"Non ragiono con il 'se' e soprattutto non mi piace questo continuo riferimento a far saltare il governo. Noi siamo al governo per lavorare per i cittadini. Ciascuno si prende le responsabilità politiche delle proposte che porta avanti". Lo ha detto il Guardasigilli Alfonso Bonafede a chi gli chiedeva se il M5s sarebbe disposto a far saltare il governo se il Pd dovesse opporsi all'entrata in vigore il 1 gennaio 2020 alla legge sulla prescrizione.

"Ci sono sistemi elettorali che meglio del sorteggio possono eliminare la possibilità di disfunzioni del sistema elettorale nel Csm" ed è "l'idea sul piatto che vedo crescere: è quella per esempio del ballottaggio in collegi piccoli tra i magistrati che ottengono più voti". Lo ha detto il Guardasigilli Alfonso Bonafede parlando oggi a margine del suo intervento al 34^ congresso dell'Anm in corso a Genova. "Il ballottaggio - ha concluso - rende un po' più complicata la possibilità di quelle degenerazioni che purtroppo in passato abbiamo visto".

"C'è stata un'epoca in cui il centro sinistra è stato fortemente contrario a Berlusconi proprio sulla riforma della prescrizione. Mi auguro che non accada". Così il Guardasigilli Alfonso Bonafede risponde a chi gli chiedeva come reagirebbe a un asse Pd-FI che andasse contro la legge di prescrizione. "Poi - ha detto - ciascuno fa quello che vuole ma sentire dire in giro che c'è una possibilità che il centro sinistra voti proprio facendo asse con Forza Italia e con Berlusconi mi fa pensare. Ma ritengo che ci siano margini per trovare una soluzione".

"Dall'altra parte c'è stata una apertura al confronto - ha concluso Bonafede -. Io ai tavoli ho sempre portato delle nuove proposte però ritengo che se ci voltiamo indietro a vedere quel che è stato nel passato troviamo un vicolo cieco. Invece guardiamo avanti, abbiamo praterie di lavoro possibili insieme".