I dati della Fondazione Gimbe: "Nelle ultime due settimane 390mila nuovi vaccinati"

di Marco Garibaldi

La Fondazione promuove la diffusione delle migliori evidenze scientifiche con attività indipendenti di ricerca: "Con questo trend in due mesi rimarranno solo gli irriducibili"

I dati della Fondazione Gimbe: "Nelle ultime due settimane 390mila nuovi vaccinati"

"La buona notizia è che nelle ultime due settimane abbiamo ottenuto circa 390mila nuovi vaccinati". Lo ha detto Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, a "L'Italia s'è desta" su Radio Cusano Campus.

La Fondazione Gimbe promuove dal 1996 la diffusione e l’applicazione delle migliori evidenze scientifiche con attività indipendenti di ricerca, formazione e informazione scientifica, al fine di migliorare la salute delle persone e di contribuire alla sostenibilità di un servizio sanitario pubblico, equo e universalistico.

"Questo direttamente o indirettamente - ha aggiunto - dimostra che il famoso zoccolo duro di non vaccinati ha margine per essere scalfito. È ovvio che, se si dovesse mantenere questo incremento vaccinale, nel giro di due mesi saranno rimasti solo gli irriducibili a non vaccinarsi. Però dubito che possa esserci questo incremento anche se è difficile fare delle previsioni: spesso gli italiani ci sorprendono in positivo". 

Sul fronte epidemiologico, Cartabellotta ha osservato che "si conferma la crescita di casi, ma con un impatto sugli ospedali che è però notevolmente più modesto rispetto all'era pre-vaccinale. In era pre-vaccinale, con l'attuale numero di contagi, avevamo il triplo di pazienti ospedalizzati e in terapia intensiva. Ogni mille casi positivi che abbiamo, il 2,4% viene ricoverato in area medica e il 3xmille va in terapia intensiva. Dobbiamo gestire la pandemia in maniera ordinaria, perché non possiamo più permetterci di intasare gli ospedali ostacolando l'assistenza ai malati delle altre patologie".